Invio fatture tramite PEC

È possibile per un'azienda registrare come canale telematico predefinito per la ricezione delle fatture elettroniche un indirizzo PEC. Il fornitore o il cliente dell'azienda in questione invierà allo SdI la fattura che verrà poi recapitata alla PEC del committente.

Ma cosa accade alla fattura nel caso in cui l'indirizzo PEC risulti pieno o errato?

Qualora il mancato recapito della fattura sia causato da problemi tecnici non imputabili al ricevente (ad esempio: la casella PEC piena), il fornitore dovrà comunicare tempestivamente al cliente che l'originale della fattura elettronica è a disposizione nella sua area riservata del sito web dell'agenzia delle Entrate, ma non avrà l'obbligo di inviare la “copia di cortesia” della fattura.

Per questo motivo è importante dotarsi di una soluzione che consenta di tenere sotto controllo il flusso delle PEC e delle e-mail sulle caselle di posta, senza il rischio di incorrere in problemi legati alla memoria di spazio disco inclusa nel servizio.

Con il nostro PEC Manager è possibile archiviare tutte le PEC per fascicoli e assegnarle a utenti o gruppi profilati, attivando all'occorrenza una serie di alert e notifiche di arrivo di ogni nuova PEC ed e-mail in modo da non perdere nessuna informazione importante. 

Scopri gli altri articoli
PEC-Manager PEC-MANAGER

Per gestire tutte le PEC e le email in un’unica piattaforma, archiviando e conservando tutta la corrispondenza.

L'Avanzamento della crescita digitale in Italia Messaggio di errore L'Avanzamento della crescita digitale in Italia

Una strategia dinamica che si deve adeguare alle nuove sfide, all'evoluzione tecnologica, e al mercato.

Non facciamoci spaventare dal digitale che avanza Non facciamoci spaventare dal digitale che avanza

La cultura della comunicazione digitale ha rivoluzionato modelli e processi di gestione aziendale